I migliori VPN del 2020 (per Velocità e Sicurezza)

Nel novembre 2018, il sito di download di Torrent9 ha indicato ai suoi utenti che i link non saranno più visualizzati, un modo per spiegare che il sito non funziona più… o quasi! Per accedere al sito è stato necessario passare attraverso una VPN (Virtual Private Network). Gli utenti sono stati poi indirizzati alle VPN a pagamento che Torrent9 ha caratterizzato come tra le migliori VPN sul mercato. L’impossibilità di bypassare questo tipo di rete ha generato molte domande:

Questa domanda era legittima o si tratta solo di un processo di product placement? Quali sono i rischi dell’utilizzo di una VPN?

In ogni caso, una cosa è certa: questo cambiamento ha fatto esplodere il numero di ricerche VPN in Francia. Inoltre, ha permesso agli utenti di Internet di scoprire o approfondire l’uso di queste reti private virtuali, che offrono una libertà quasi senza pari sul web.

Qual è la migliore VPN?

L’aumento della domanda è alla base di nuove offerte e questo accade di continuo. Questo rende difficile fare la scelta giusta tra tutte le VPN che abbiamo a disposizione.

Abbiamo quindi deciso di presentare 4 reti private virtuali che sono considerate tra le migliori offerte.

Hanno tra l’altro tre caratteristiche essenziali: sono tutti dotati della funzione Kill Switch, della modalità di crittografia AES a 256 bit e nessuno di essi conserva i vostri registri. Se non avete familiarità con queste caratteristiche, non preoccupatevi, vi spiegheremo tutto più tardi nell’articolo.

1. ExpressVPN: la VPN più performante con il maggior numero di utenti

Questa VPN proposta dalla società Express VPN International Ltd è un must nel mondo delle reti private virtuali.

👍 Le sue qualità :

La sua qualità principale è la velocità e la stabilità della connessione: è addirittura riconosciuta come la migliore a questo livello, tanto che una connessione con questa VPN quasi rivaleggia con la vostra connessione di default. Inoltre, dispone di un servizio di assistenza clienti che risponde alle vostre richieste 7 giorni su 7 e 24 ore su 24.

  • È anche molto apprezzato dai nostri espatriati in Cina, la sua stabilità è una delle più qualitative di questo Paese.
  • Prende anche in considerazione tutti i contenuti di torrenting, P2P e offre anche Netflix US, FR o UK.
  • Offre un numero molto elevato di server, in questo caso 3000, situati in 94 paesi e 160 città.
  • Poiché l’azienda si trova nelle Isole Vergini britanniche, dove le norme sulla privacy sono molto severe, la sua funzione no log ha senso, e i vostri dati saranno protetti in ogni circostanza.
  • Protocollo sicuro fornito da OpenVPN L2TP-IPsec, SSTP e PPTP
  • Questa VPN ha anche il lusso di essere compatibile con Linux.
  • Infine, ma non per questo meno importante, EXPRESSVPN offre un’opzione di tunneling diviso. Permette di scegliere tra la quota di traffico che passerà attraverso la VPN e quella che non passerà. (solo su Mac).

👎 I suoi difetti :

  • Consente solo 3 connessioni simultanee: se il vostro abbonamento VPN tende a prendere in considerazione più di 3 dispositivi, dovete guardare altrove.

2. NordVPN: Uno dei migliori rapporti qualità/prezzo

NordVPN è il leader delle VPN in termini di sicurezza, ma non solo. Infatti, soddisfa tutti i requisiti che si possono chiedere a una VPN.

👍 Le sue qualità:

  • NordVPN è una delle poche VPN che bypassa il blocco di Netflix. Permette di accedere al catalogo USA o FR in qualsiasi parte del mondo. Vedi il nostro articolo sul proxy di Netflix.
  • Massima sicurezza con crittografia di tipo militare AES a 256 bit e doppia crittografia con l’opzione doppia VPN.
  • Potete avere fino a 6 connessioni simultanee su tutti i vostri dispositivi: Windows, Mac OS, iOS, Android, Firefox, Chrome, Android TV, Linux.
  • Più di 5400 server in 61 paesi. Questo lo rende uno dei più veloci VPN sul mercato.
  • La riservatezza dei vostri dati è garantita grazie al Kill Switch automatico, al test di tenuta DNS, alla Onion over VPN e all’assenza di log.
  • Consente di utilizzare tutte le piattaforme P2P di streaming e torrenting.
  • Opzione Cybersec per bloccare annunci e malware.
  • Il supporto 24/7 è stato votato come miglior servizio clienti 2018.
    Offerta a 2,60 euro al mese per un abbonamento di 3 anni. Oppure 94,50 euro fatturati ogni 3 anni. Vedi l’offerta.
leggi anche   Ecco le migliori VPN per accedere a Netflix US

👎 I suoi difetti :

  • Come avete capito, questa VPN ha pochissimi difetti, tranne che non c’è ancora un’offerta gratuita per testarla prima dell’abbonamento.

3. SurfShark: una VPN che vuole essere più etica

Surfshark è la nuova VPN che sta facendo molto rumore. Infatti, questa VPN sta iniziando a diventare un luogo per se stessa grazie a tutte le caratteristiche richieste da una VPN e a un’interfaccia molto pulita e intuitiva.

👍 Le sue qualità :

  • Ottima ergonomia dell’interfaccia
  • Trasferimento video ad alta velocità.
  • Utilizza la crittografia AES 256 GCM (non CBC), che accelera la latenza, e funziona!
  • Numero illimitato di connessioni simultanee su tutti i vostri dispositivi.
  • La sua rete integra un server DNS privato
  • Come EXPRESSVPN, Surfshark ha sede nelle Isole Vergini Britanniche e consente una completa privacy e nessuna registrazione.
  • SurfShark supporta il torrenting, P2P e offre Netflix US.
  • Offerta a soli 2€ al mese per un abbonamento di 24 mesi. Vedi l’offerta.

👎 I suoi difetti :

  • Questa VPN offre solo due protocolli: OpenVPN e IKEv2, che può essere un handicap, soprattutto in Cina, che ha firewall significativi.
  • un certo numero di server al di sotto dei suoi famosi concorrenti (800 server in 50 paesi). Detto questo, il numero di server era di soli 100 all’inizio del 2018, il che dimostra un apprezzabile desiderio di espansione.

4. CyberGhost: una VPN inizialmente dedicata al torrente

I suoi 20 milioni di utenti in tutto il mondo ne fanno uno dei principali protagonisti. Molto facile da usare, sembra essere una delle migliori prime scelte, con un prezzo molto interessante.

👍 Le sue qualità :

Offre già una versione gratuita. E ‘certamente limitato, ma vi permetterà di familiarizzare con le VPN.

  • Come abbiamo detto, il suo prezzo è molto competitivo.
  • La sua interfaccia intuitiva è molto apprezzata dagli utenti.
  • CyberGhost consente fino a 7 connessioni simultanee, più del doppio rispetto a EXPRESSVPN.
  • Come EXPRESSVPN, supporta il torrenting, i contenuti P2P e Netflix US.
  • Con sede in Romania, non vengono tenuti registri e si impegna a cancellarli quasi istantaneamente.
  • Offre anche un numero molto elevato di server (3100 con sede in 60 paesi).

Protocollo sicuro OpenVPN L2TP, PPTP

👎 I suoi difetti:

  • Ci possono essere problemi in alcuni paesi, come il Regno Unito.
  • Lungo tempo di collegamento (circa 10 secondi).
  • A differenza di NordVPN & EXPRESSVPN, non è compatibile con Linux.

5. Proton VPN: la migliore VPN per la sicurezza dei dati

Proton VPN è una società svizzera con sede a Ginevra. È composto da un team di ingegneri e sviluppatori il cui obiettivo principale è la sicurezza e la protezione dei dati personali.

👍 Le sue qualità :

  • Con sede in Svizzera, che ha alcune delle leggi sulla privacy più severe al mondo.
  • Transarent, Proton VPN è sempre onesto su ciò che una VPN può e non può proteggere.
  • La sicurezza è all’avanguardia grazie all’esperienza acquisita con lo sviluppo del servizio di posta elettronica più sicuro: Proton Mail.
  • Ottimo supporto clienti
  • 100% Nessun registro
  • Massimo livello di crittografia: AES-256, 4096-bit RSA e HMAC con SHA384
  • Fino a 10 dispositivi collegati contemporaneamente
  • Supporta il torrenting e il P2P
  • Un’interessante versione gratuita da testare
leggi anche   NordVPN permette di sbloccare Netflix USA e Netflix Francia all'estero?

👎 I suoi difetti:

  • 436 server in 33 paesi diversi, un po’ meno della concorrenza, ma comunque sufficienti.
  • La versione completa a 24$ è un po’ costosa, compensatela con la versione da 8$ che è sufficiente.

Caratteristiche che caratterizzano le migliori VPN sul mercato

Come scritto sopra, una buona VPN dovrebbe avere almeno tre caratteristiche essenziali. Eccoli qui, in dettaglio.

Killswitch

Come tutti sappiamo, a volte la VPN può deludere. Ciò è dovuto ad una serie di fattori, tra cui:

  • Le impostazioni del firewall.
  • La scelta dei protocolli a seconda della VPN
  • Congestione della rete. Ha senso, la vostra VPN si collegherà ai server remoti, quindi la forza del vostro segnale wifi potrebbe non essere abbastanza forte da evitare interferenze.

Così, molte VPN offrono l’opzione KillSwitch. L’obiettivo è quello di tagliare completamente la connessione a Internet quando la VPN si ferma.

Se la vostra VPN non è dotata di questa impostazione, il vostro computer si connetterà direttamente al vostro indirizzo IP predefinito, quello fornito dal vostro ISP.

Peggio ancora, il problema di connessione potrebbe essere così breve che potreste non accorgervi nemmeno che la vostra connessione è appena passata alla rete di default, rendendovi vulnerabili. E ‘quindi molto importante verificare che la VPN che si sta puntando è dotato di questa opzione, che è indispensabile. Quasi tutte le VPN a pagamento offrono ora questa funzione, i precursori sono Cyberghost ed ExpressVPN. Quest’ultimo ha appena pubblicato i risultati del suo audit esterno.

AES (Advanced Encryption Standard) 256

Ciò corrisponde agli standard di crittografia della vostra VPN, che è stata progettata per proteggere il traffico che passa attraverso i server. Si tratta di un blocco di crittografia simmetrico che funziona in blocchi di 128 bit e permette di nascondere tutti i dati di connessione grazie alla sua chiave crittografica. Lo standard che consigliamo è una chiave a 256 bit. È LA chiave di cifratura di riferimento nel mondo delle VPN: il suo alto livello di sicurezza induce 14 turni di sostituzione e miscelazione, permette anche una connessione ultra veloce e le sue grandi dimensioni la rendono infrangibile.

Nessun registro

Come visto sopra, l’interesse di una VPN è la riservatezza. Eppure, alcune VPN tengono i log degli utenti. In altre parole, i dettagli della vostra attività online sono registrati. In altre parole, questa pratica sembra paradossale. Per contrastare questo, è essenziale verificare che la VPN sia classificata nella categoria “no log”.

Attenzione però, bisogna essere precisi su cosa si intende per “no log”.

Ci sono due categorie principali di log: il log di connessione e il log di utilizzo.

La prima non è di grande importanza, diventa addirittura necessaria in quanto registra, tra l’altro, l’allocazione dei vostri dati, che permette di verificare se avete superato o meno la quantità di dati in base all’offerta a cui vi siete abbonati.

Il problema è dal lato del log di utilizzo (o attività): dove il log di connessione quantifica le vostre allocazioni, il log di utilizzo è molto più invadente, in quanto permette di memorizzare informazioni come i siti che avete visitato, i file che avete scaricato, ecc. Il log di utilizzo è anche molto importante, in quanto registra l’allocazione dei vostri dati, che permette di verificare se avete superato o meno la quantità di dati in base all’offerta che avete sottoscritto.

L’opacità di queste informazioni nel mondo delle VPN è tale che sarà difficile per voi trovare un’offerta del tutto chiara su questo argomento, tuttavia e fortunatamente, alcune VPN si distinguono dalla massa e mostrano un’offerta trasparente (vedi la nostra selezione delle migliori VPN sopra).

leggi anche   Qual è la migliore VPN per Amazon Prime Video?

Perché scegliere una VPN quando è possibile crearla?

Un piccolo paragrafo per i più audaci. Infatti, alcune persone non esitano più a creare la propria VPN per ottimizzare le funzionalità legate alle proprie esigenze e per controllare meglio l’accesso ai propri dati personali. Per coloro, ecco un piccolo riassunto dei punti da non tralasciare.

E’ obbligatorio avere un server Linux dedicato o un pi greco rapsberry. Dovrete anche padroneggiare le basi delle linee di comando di Linux. La successione dei passi è quindi piuttosto semplice:

  • Installare il OpenVPN
  • Configurare (tramite la cartella vars)
  • Generazione di certificati e chiavi per la crittografia
  • Metteteli nella cartella OpenVPN
  • Creare una cartella per la sicurezza (carcere) e per la configurazione di ogni persona tramite la VPN (clientconf)

Dopo questi passi, non dimenticate di creare un file di configurazione per il vostro server (fate attenzione alla scelta del protocollo). Una volta fatto questo, configurare il routing per connettersi ad un indirizzo IP locale. Sarà quindi sufficiente creare un accesso VPN (ci sono molti esempi di questo tipo sul web) e configurarlo sulla propria macchina.

Perché l’uso della VPN sta esplodendo e continuerà a farlo nel 2019?

Un piccolo promemoria: una VPN è soprattutto un sistema che permette di creare un collegamento diretto tra più computer, e questo isolando il traffico. Permette di accedere ai computer a distanza, come se si fosse connessi localmente. Questa pratica è nota a molte aziende, che utilizzano questo tipo di server per “unire” i computer all’interno della stessa rete (virtuale), evitando così possibili firewall e altri proxy. (VPN client/hub). In un momento in cui si discute di anonimato sul web, le VPN sono probabilmente un punto centrale di conversazione.

Geolocalizzazione

Ma per la maggior parte degli utenti di Internet, l’interesse di una tale rete risiede nel fatto che le VPN offrono un gateway che consente di modificare il proprio indirizzo IP apparente quando ci si connette.

Questo processo è molto popolare tra gli espatriati, al punto che alcune VPN ne stanno facendo il loro core business. Infatti, ti permettono, tra le altre cose, di :

  • Sbloccare alcuni canali francesi
  • Proteggervi dal Wi-Fi pubblico
  • Eludere alcune censure relative al paese in cui si risiede

L’esempio della Cina è ben noto agli espatriati. Lì non è possibile connettersi a un social network come Facebook o Google senza utilizzare una VPN.

Una VPN consente inoltre di accedere a contenuti specifici per il paese. La piattaforma Netflix, ad esempio, offre contenuti diversi a seconda della vostra posizione. Alcune serie sono disponibili solo negli Stati Uniti. Quindi, una VPN che vi reindirizza a un indirizzo IP americano vi permetterà di accedere ai video americani, ecc.

Scaricare

Da qualche anno il sistema giudiziario francese è a caccia di siti da scaricare. Infatti, dalla comparsa della legge HADOPI, molti siti come il T411 hanno dovuto chiudere i battenti. Ma le sanzioni non si applicano solo all’ospite, perché chi scarica è anche nel mirino e rischia fino a 1500 euro di multe. La sanzione si applica quindi “al proprietario della connessione internet utilizzata per il download illegale”. È in queste condizioni che l’uso di una VPN diventa ovvio per molti utenti di Internet.

Costretti a notare che l’uso di una VPN ha senso per molte cose. L’utilizzo dei vostri dati personali da parte di aziende private (cfr. Big Data e Co) appare come un nuovo argomento per il loro utilizzo, ed è possibile che queste reti diventino uno standard negli anni a venire.

Mathias Row

Mathias è un forte sostenitore del diritto inalienabile di ogni cittadino alla libertà di espressione. Scrivere sulla privacy e la sicurezza online è la sua risposta ai poteri che minacciano la nostra libertà.