Cos’è un proxy?

Un proxy, che può essere tradotto come proxy o intermediario, è un programma che funge da intermediario tra un computer e una rete, il più delle volte Internet. Un server proxy è uno strumento di protezione abbastanza efficace quando ci si connette a Internet e permette di navigare in modo anonimo nascondendo il proprio indirizzo IP. Come si usa? A cosa serve? Spiegheremo tutto in questo articolo.

Cos’è un server proxy HTTP?

Un server proxy HTTP è quello che possiamo chiamare un intermediario tra il vostro computer e internet. Questo server agisce prendendo la richiesta dell’utente Internet di trasferirlo con il proprio indirizzo IP sul sito di destinazione di quest’ultimo. Grazie al server proxy non vi è quindi alcun contatto diretto tra l’utente di Internet e il suo sito di destinazione. Si tratta quindi di un proxy che protegge l’utente di Internet dai pericoli che possono provenire dai siti web che visita. Inoltre, esistono due tipi di server proxy a seconda del loro utilizzo.

Il server proxy: questo proxy è il server utilizzato per garantire la sicurezza degli utenti di Internet che visitano un sito collegandosi ad una rete privata (Lan). Così tutte le informazioni provenienti da Internet passano prima attraverso il proxy prima di essere reindirizzate a voi. Può essere riconosciuto con l’acronimo HTTP che certifica che il sito che si sta per visitare è sicuro e che è possibile collegarsi ad esso senza alcun problema.
Il reverse proxy: con questo tipo di server, i server sono protetti dai contenuti provenienti da voi e dalla rete pubblica. Prima di potersi connettere a internet, il reverse proxy verifica che il sito che si vuole visitare sia sicuro prima di mettersi in contatto. In caso di dubbio, i vostri dati vengono ridistribuiti ai server in background per ulteriori verifiche. Per saperne di più sul reverse proxy.

Un server proxy è quindi molto utile per connettersi a Internet in modo sicuro. Tuttavia, il proxy funziona anche nella direzione opposta per proteggere il sito che si desidera visitare dagli attacchi che possono provenire da voi o dalla vostra rete.

I vantaggi:

  • Quasi totale anonimato perché viene utilizzato l’IP proxy e non il vostro.
  • Sfuggire alle georestrizioni con un server proxy straniero.
  • Filtrare le richieste di rete, spesso utilizzate da scuole e aziende.
  • Sicurezza, non siete voi ad essere in contatto diretto con internet, quindi siete un po’ più protetti.
  • Sistema di cache che consente di visualizzare più rapidamente le pagine già consultate.

Attenzione!

Nonostante i vantaggi sopra menzionati, la delega ha uno svantaggio piuttosto importante. Infatti, essendo il vostro intermediario con Internet, tutto ciò che fate su Internet passa per questo. Il proprietario del server, se ha cattive intenzioni, può così avere accesso e registrare tutte le informazioni da voi comunicate utilizzando il server.

Vi consigliamo quindi di fare attenzione e di scegliere un proxy affidabile. Oppure limitare l’uso di un server proxy solo per attività che non riguardano i vostri dati personali sensibili.

Inoltre, il proxy può richiedere un po’ più di tempo del normale per rispondere, soprattutto se è molto utilizzato. Inoltre, potrebbe essere impossibile connettersi a certi siti se ci si nasconde dietro un proxy.

Qual è lo scopo di una delega?

L’utilizzo di un server proxy può servire a diversi scopi:

  • Per proteggersi: con un server proxy per connettersi a una rete esterna e impedire ad altri dispositivi connessi a Internet di accedere al PC, smartphone o tablet. In generale, questa funzione fa già parte del firewall del vostro computer. Se il vostro computer è stato programmato per ordinare le comunicazioni tra reti come Internet e reti aziendali. Agisce anche bloccando senza appello le richieste sospette provenienti da un server.
  • Per nascondere i dati di navigazione: collegandosi a internet e visitando siti web senza un proxy anonimo, questi possono raccogliere tutte le informazioni di navigazione, come l’indirizzo IP, da dove vieni e tutti i siti che hai visitato in precedenza. Fortunatamente ci sono procuratori anonimi per evitare questo.
  • Memorizzare i vostri siti preferiti: digitando spesso sul vostro browser, non dovrete digitarlo per intero quando vorrete andarci, perché è più che certo che i vostri cache proxy l’hanno memorizzato. Questo renderà la vostra navigazione più facile.

Come impostare un server proxy per la connessione a Internet?

Se si desidera proteggere la connessione a Internet con un server proxy, è importante impostare il proprio browser web o qualsiasi altro software o applicazione utilizzata.

Per fare questo, è necessario andare nel menu Opzioni, poi Impostazioni del browser. Una volta arrivati, configurate il vostro server digitando l’indirizzo IP del proxy con cui volete collegarvi a Internet in modo sicuro. Sebbene ogni browser abbia una propria configurazione, le impostazioni sono più o meno le stesse.

Procura web

La soluzione più semplice è quella di utilizzare quello che viene chiamato web proxy. Questo è un sito web che si visita e permette di navigare in altri siti attraverso un proxy già configurato. È quindi molto più semplice utilizzare un proxy web perché non è necessaria alcuna configurazione o competenza tecnica.

Cosa scegliere tra un proxy e una VPN per essere anonimi sul web?

Oltre al server proxy, c’è anche un altro modo per proteggersi quando ci si connette a Internet. Infatti, con una rete privata virtuale o VPN è anche possibile proteggere la connessione a Internet.

Una VPN ha molti vantaggi:

La protezione della vostra identità: collegandovi a internet con una VPN, tutte le informazioni riguardanti la vostra identità saranno ben protette. Non c’è quasi nessuna possibilità che una piccolissima quantità di informazioni venga filtrata. Il vostro indirizzo IP sarà mascherato, nessuno potrà raggiungervi in questo modo. È anche un modo per proteggervi dai ladri di informazioni personali che utilizzano i dati raccolti per creare profili falsi su Internet.

Accesso sicuro a tutti i contenuti su internet: spesso non è possibile accedere a determinati contenuti su internet a causa di una restrizione legata alla propria area geografica. Con una VPN, non sarete più soggetti a questo tipo di problema. Infatti, una VPN consente di ignorare tutti questi blocchi relativi alla propria zona di residenza. Basta scegliere un server nel paese che si desidera, e si potrà accedere ai contenuti in tutto il mondo.

Protezione dei vostri dati di navigazione: con una VPN nessuno spyware o addirittura una spia potrà accedere ai vostri dati di navigazione. Trattandosi di un server virtuale, non memorizza alcun dato di navigazione.

Le differenze con un proxy

La VPN è quindi uno strumento molto potente per proteggersi quando ci si connette a Internet. L’unico svantaggio di una VPN è che è un pagante a differenza di molti proxy che si possono trovare gratuitamente. D’altra parte, è più efficace in tutti i settori quando si tratta di garantire la vostra sicurezza e l’anonimato su Internet.

Su Internet troverete una moltitudine di offerte. Se è il più potente e affidabile che state cercando, vi consigliamo Surfshark o NordVPN.

Un proxy web può essere sufficiente se si vuole semplicemente bypassare il firewall della propria scuola, senza utilizzare informazioni sensibili. Tuttavia, se si utilizzano dati che non si desidera divulgare alla scuola o al reparto IT dell’azienda, è preferibile una VPN rispetto a un proxy.

Anche se i buoni servizi VPN richiedono una tariffa, si tratta di uno strumento che è assolutamente necessario avere per connettersi a Internet in modo anonimo attraverso un processo di crittografia. Un proxy è altrettanto efficace nel mascherare il vostro IP, tuttavia i dati non sono criptati e sono quindi esposti a cyber hacker, governi, ecc. A seconda dell’utilizzo desiderato, è quindi importante scegliere tra un proxy o una VPN. Per evitare rischi e per la massima sicurezza, si consiglia vivamente l’uso di una VPN.

Mathias Row

Mathias è un forte sostenitore del diritto inalienabile di ogni cittadino alla libertà di espressione. Scrivere sulla privacy e la sicurezza online è la sua risposta ai poteri che minacciano la nostra libertà.